Cerca prodotti

Consulenza

Siamo qui per darti consigli

Il reggiseno o i correttivi più adatti a te variano a seconda delle tue esigenze. Nel tuo negozio di articoli sanitari troverai i prodotti giusti e una consulenza competente. Fatti illustrare quali sono le diverse opzioni per protesi, reggiseni o articoli di moda mare per protesi.

Cerca il negozio più vicino a te.

Hai altre domande? Saremo felici di aiutarti!


Informarsi prima e prepararsi meglio: come ottenere il rimborso delle protesi mammarie

Ecco alcune indicazioni pratiche per il rimborso delle protesi in Italia e in Svizzera, per evitare inutili iter burocratici ed avere più tempo libero a disposizione.

In Italia la protesi mammaria in silicone si può ottenere anche gratuitamente tramite la A.S.L. territoriale competente. Occorre innanzitutto una richiesta di prescrizione, redatta in più copie su apposito modulo della A.S.L., dal medico chirurgo/oncologo, che verrà rilasciata al momento della dimissione dall’ospedale.

La paziente dovrà poi recarsi alla propria A.S.L. munita di questo modulo per ottenere l‘autorizzazione, una volta ottenuta la quale verrà indirizzata presso i rivenditori accreditati (farmacie, ortopedie, sanitarie).

Qui potrà scegliere il dispositivo prescritto, abbinato al reggiseno più adatto. Sarà poi necessario ritornare dal medico che ha effettuato la prescrizione indossando il dispositivo per ottenerne il collaudo. Se il collaudo avrà esito positivo, la paziente apporrà la propria firma per ricevuta del dispositivo in calce al modulo, e la pratica, una volta consegnata alla A.S.L., sarà chiusa. La fornitura gratuita, secondo il D.L. 332/99 art. 5 c. 3, ha la durata di tre anni, tuttavia la A.S.L. ha facoltà di autorizzare per una sola volta l’erogazione di un nuovo dispositivo prima che sia trascorso tale periodo in caso di cambiamenti di forma o di peso della mammella o in caso di rottura e particolare usura della protesi.

Come procedere se il rimborso è effettuato dall’ AI:

Pagare la protesi in contanti in negozio (richiedere la ricevuta) o farsi fare la fattura e pagare in seguito.

Richiedere all’AI il formulario apposito (comune o ufficio AI) e compilarlo. Spedire una copia della fattura o della ricevuta e il formulario AI compilato alla cassa di compensazione AI, indicando il proprio numero di conto postale o bancario. Il rimborso sarà effettuato nel giro di 4-6 settimane.